EGING AM SEE (DE) | KRAMPUSSE DELLA BAVIERA | 26|12|2019

In tutta l’area tedesca il Krampus (derivato dal tedesco arcaico kramp ovvero artiglio) è un essere demoniaco (uomo-capra) che accompagna la figura di San Nicola. Questa tradizione è legata alla mitologia cristiana in quanto il Krampus è un demonio sconfitto dallo stesso San Nicola e perciò costretto a seguirlo. 

Queste manifestazioni sono eventi tipici della giornata della vigilia di San Nicola, 5 dicembre, nate più di 500 anni fa e tuttora festeggiate in Austria e Germania meridionale (Baviera), in Slovacchia, Repubblica Ceca, Slovenia, Ungheria, in alcune parti della Croazia, in Trentino-Alto Adige ed in alcune parti del Friuli – Venezia Giulia. La sfilata solitamente segue questo ordine: in primis sfila lo stesso San Nicola, a piedi o su di un carro, distribuisce dolciumi e piccoli regali ai paesani; a seguire un folto gruppo di Krampus: demoni inferociti, armati di fruste e catene. Questi sono demoni dalle sembianze mostruose e animalesche, scatenati e molto inquietanti, che si aggirano per le strade alla ricerca dei bambini “cattivi”. I loro volti sono coperti da terrificanti maschere diaboliche, i loro abiti sono laceri, sporchi e consunti. I Krampus provocano rumori ottenuti da campanacci o corni e colpiscono con frustate la gente.

Questa manifestazione è legata al solstizio invernale e si inserisce nel quadro delle Raunechte (Notti delle Nebbie). 

È curioso che a mascherarsi secondo la tradizione, e a volte anche in abiti femminili, sono esclusivamente gli uomini. Ma il Krampus, può essere anche femminile, e in questo caso si chiama Krampa.

La leggenda del Krampus racconta che tanto tempo fa, nei periodi di carestia, i giovani dei piccoli paesi di montagna si travestissero usando pellicce formate da piume, pelli e corna di animali. Essendo così irriconoscibili, andavano in giro a terrorizzare gli abitanti dei villaggi vicini, derubandoli delle provviste necessarie per la stagione invernale. Dopo un po’ di tempo, i giovani si accorsero, però, che tra di loro vi era un impostore: era un demone, che approfittando del suo reale volto diabolico si era inserito nel gruppo rimanendo riconoscibile solo grazie alle zampe a forma di zoccolo di capra. Venne dunque chiamato il vescovo Nicola, per esorcizzare l’inquietante presenza. Sconfitto il demone, tutti gli anni i giovani, nel giorno della vigilia di San Nicola, travestiti da demoni, sfilavano lungo le strade dei paesi, non più a depredare ma a “punire i bambini cattivi”, accompagnati dalla figura del vescovo che aveva sconfitto il male. 

Ho documentato sfilate di Krampusse in tutta l’Austria, Bassa Germania e Italia. Trovate un link video ad un documentario realizzato alcuni anni fa da me a Serfaus nel Tirolo austriaco e alcune fotografie del recente raduno di Krampusse tenutosi a Eging am See in Baviera lo scorso Dicembre, al quale hanno partecipato oltre 30 gruppi di maschere. 

fotografie e video di Manuel Schiavi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: